Obiettivi: raggiungibili e realistici!

L’obiettivo rappresenta lo stato desiderato o, la meta che, si vuole raggiungere e verso cui un soggetto canalizza le proprie energie. L’accezione scientifica suona bene e prende forma nel goal setting. Etimologicamente si definisce impostazione degli obiettivi, un procedimento con cui “lavoriamo” nella vita di tutti giorni dalla lista della spesa, alla progettazione di un lavoro da dover consegnare al proprio capo. Gli obiettivi una volta definiti influenzano il comportamento, la performance e i significati attribuiti dall’individuo alla realtà. Qualsiasi sia l’obiettivo che ci poniamo questo necessita di essere raggiungibile e realistico. Una eventuale difficoltà nel perseguirlo crea un impedimento nella performance. L’obiettivo oggettivo si basa su dati concreti; quello soggettivo invece sulla percezione e sulla desiderabilità.

Gli obiettivi sono classificabili in: 1) obiettivo di processo, attenzione ed esecuzione di specifici movimenti; 2) obiettivo di prestazione, sviluppare un buon gioco indipendentemente dagli altri; 3) obiettivo di risultato, agonistico, orientati al risultato.
Gli obiettivi possono essere soggetti a dinamicità e variabili tra cui l’impegno che mettiamo per raggiungerli, la motivazione, la complessità, i limiti situazionali. Rivediamo costantemente i nostri progetti poiché le personali attitudini sono in evoluzione, confronto, e le possibili difficoltà indirizzano ad un ricalcolo. Una ottimale stesura degli obiettivi detiene alla base la personale conoscenza di abilità e consapevolezza di sé. Ognuno di noi detiene dei punti di forza, delle aree di miglioramento, una auto-percezione. Elementi conoscibili attraverso il performance profile.

Nella foto un momento della Social Team Cup, con Marta Silvino in basso a sinistra

Una ottimale auto-percezione si implementa attraverso il confronto con l’allenatore che osserva, annota ed elabora feedback che in seconda battuta restituisce all’atleta. La presentazione dello strumento permette di conoscere la condizione attuale dell’atleta, non esistono risposte giuste o sbagliate. Le informazioni dal punto di vista tecnico, tattico, psicologico, fisico, ottimizzano ed orientano il lavoro. La risultante sarà messa a confronto con l’atleta ideale (ciò che vorrei essere) al fine di far emergere quelle che l’atleta ritiene le qualità fondamentali. È ottimale per la messa a confronto: del punto di vista soggettivo dell’atleta e, punto di vista dell’allenatore; stato attuale e massima prestazione avuta in uno specifico momento al fine di rievocare in memoria e poi concretamente quegli elementi tecnico, tattici, psicologici, fisici, che hanno permesso una ottimale prestazione; stato attuale e performance ideale, ciò che si vorrebbe raggiungere.

Ognuno di noi possiede dei sogni piccoli o grandi raggiungibili nel breve, medio, lungo termine. Qualsiasi sia il genere rivestono comunque una notevole importanza nella nostra vita. Riuscire significa raggiungere uno stato di felicità e un incremento dell’autostima. Muoverci nella loro direzione ci rende persone migliori. Siamo il risultato di ciò che ripetiamo ogni giorno e se, questa ripetizione non ci dovesse rendere felici é, un dovere, predisporsi al cambiamento. È allo stesso tempo doveroso qualora si incontrasse una o più difficoltà, non fermarsi ma, rivalutare il processo che è stato messo in atto senza concentrarsi sul “muro”.

Come Tolstoj insegna il tempo e la pazienza sono le virtù del guerriero e come tale, dobbiamo essere, nel raggiungimento dei nostri obiettivi. Il pensiero più potente davanti ai nostri obiettivi sfidanti è capire di essere più forti dell’ostacolo. Chiedersi non se lo si può fare ma come lo si farà. Un giorno può essere in grado di cambiare tutto e, o si pensa ai limiti, o si pensa alle possibilità. Il segreto della nostra esistenza non è soltanto nel viverla ma, nel sapere per che cosa si vive!

Leggi di Marta Silvino “Le Skill Mentali

Marta Silvino

Psicologa dello Sport – Atleta ed Insegnante di Tennis

marta.silvino@yahoo.it

Author: Tennis Olistico

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »