10 Consigli Psicologici

10 Consigli preziosi per dare il vostro meglio nella nuova Stagione Agonistica!

Il seguente Articolo è stato pubblicato sul Portale della Gazzetta dello Sport, sulla Rivista Online “Tennis World” e tradotto per “Tennis World USA”.

 

1 – STABILIRE OBIETTIVI RISULTATO Iniziate a costruire un ponte sul futuro, portando alla consapevolezza quali risultati volete ottenere durante l’anno e anche globalmente nella vostra carriera. Stabilite due tipi di obiettivi, uno realistico (che sentite concretamente di poter raggiungere), ed uno sfidante (difficile ma possibile)

2 – STABILIRE OBIETTIVI PERFORMANCE Valutare che tipo di miglioramento volete ottenere nel breve, medio e lungo termine (dai 2/3 mesi fino ad un anno); ponendovi obiettivi mirati nelle quattro categorie fondamentali: tecnica, tattica, atletica, mentale

3 – STABILIRE OBIETTIVI PERFORMANCE e di RISULTATO PER OGNI TORNEO e PER OGNI PARTITA Sempre tenendo conto delle quattro categorie fondamentali, è importante prima di un torneo, e prima di ogni partita, avere le idee chiare sul tipo di prestazione che volete realizzare, in che modo desiderate sentirvi, e che tipo di risultato pensate di poter raggiungere. Cercate di rimanere fedeli soprattutto agli obiettivi di prestazione (obiettivi qualitativi), perché sono gli unici sui quali avete veramente potere e grazie ai quali potrete confermare i risultati prefissati

4 – ALLENARE la CONCENTRAZIONE e la CALMA Trovate cinque/dieci minuti al giorno che siano solo vostri, in un luogo silenzioso; mettetevi comodi, e chiudendo gli occhi portate l’attenzione sul respiro, che pian piano dovrà essere lento e profondo. Allontanate ogni forma di pensiero e provate a rimanere nel vuoto e nel nulla il più a lungo possibile

5 – VISUALIZZARE AZIONI VINCENTI Qualche giorno prima dell’incontro trovate 10 minuti, nell’arco di ogni giornata, per rilassarvi e visualizzare le vostre azioni vincenti durante la partita. Abituate la mente a vincere prima ancora di affrontare il torneo

6 – SCALDARSI FISICAMENTE e MENTALMENTE Prima del match è necessario scaldarsi fisicamente, ma ancora più determinante è “scaldarsi” psicologicamente. Per unire le due cose cercate uno spazio tranquillo dove fare i vostri esercizi prima della partita e immergetevi totalmente in ciò che state facendo senza distrazioni, contattando un ascolto profondo. Imparate, così, a vivere il presente e ad abbattere l’ansia

7 – DIALOGO POSITIVO Durante l’incontro abbiate rispetto di voi stessi e mantenete un dialogo interiore positivo. Siate fiduciosi e calmi. Provate a costruire, partita dopo partita, una nuova, sana, relazione con voi stessi

8 – RIGIOCARE IL PUNTO Sappiate gestire al meglio i venti secondi di pausa tra un punto e l’altro; rigiocate il colpo, o l’azione appena sbagliata, cercando di darvi una soluzione, lo potete fare mentalmente oppure mimando il colpo appena giocato e cercando di “sentire” il movimento corretto

9 – RESPIRAZIONE Gli atleti d’élite fanno della respirazione un punto di forza, spesso ricorrendo anche al vocalizzo. Prendete coscienza del corretto ritmo respiratorio durante i colpi e mantenetelo soprattutto nei momenti di maggiore tensione

10 – FARE L’ANALISI DEL MATCH Entro ventiquattro ore dalla fine della partita, quindi ancora “a caldo”, fate un’analisi scritta ricca di particolari tecnici, tattici, psicologici, atletici sia vostri che dell’avversario. Terminare l’Analisi indicando cosa avreste potuto fare per migliorare la prestazione appena sostenuta

 

Tennis Olistico intervista Gianluigi Quinzi – Seconda puntata

Posted by on 4:41 pm in Percorso di Coaching, POST, Psiche, Tecnica e Tattica, Training | Commenti disabilitati su Tennis Olistico intervista Gianluigi Quinzi – Seconda puntata

Tennis Olistico intervista Gianluigi Quinzi – Seconda puntata

* Al seguente Link la prima puntata dell’intervista con Gianluigi Quinzi. Nato a Cittadella il 1º febbraio 1996, cresce a Porto San Giorgio con la madre Carlotta, già nazionale di sci e pallamano, e il padre Luca, Presidente del tennis club locale. Inizialmente si avvicina allo sci alpino, ma dall’età di sette anni si dedica soprattutto al tennis. A otto anni entra nell’Accademia di Nick Bollettieri negli Stati Uniti. Vince in Florida il “Little Mo”, torneo riservato agli Under-10, nel cui albo d’oro vi sono nomi illustri...

read more

Alfio Caronti, un genio dietro le quinte…

Posted by on 12:32 pm in La nostra Filosofia, Percorso di Coaching, POST, Psiche, Training | Commenti disabilitati su Alfio Caronti, un genio dietro le quinte…

Alfio Caronti, un genio dietro le quinte…

Alfio Caronti, uno dei precursori in Italia del lavoro posturale e kinesiologico con gli atleti, è per noi un amico e prezioso consulente da ormai vent’anni. Alfio ha lavorato con moltissimi atleti di fama mondiale, come Alberto Tomba, Deborah Compagnoni, e molti altri. Collabora da tempo con il Team di Riccardo Piatti, ha recentemente attirato l’attenzione per aver “customizzato” la racchetta di Sinner! Laureato nel 1984 al Palmer College of Chiropratics di Davenport, nell’Iowa (Usa), la migliore scuola del mondo, è...

read more

Tri-Atleta Zen

Posted by on 4:26 pm in Percorso di Coaching, POST, Psiche, Training, UniBocconi | Commenti disabilitati su Tri-Atleta Zen

Tri-Atleta Zen

Qui di seguito una bellissima relazione di Vincenzo Catalano sul libro “L’Atleta Zen” di Amanda Gesualdi. Vincenzo Catalano sta seguendo un percorso per divenire “Mental Coach Pro” (dopo aver superato brillantemente il Primo Livello) organizzato dalla Società Sportiva Bocconi Sport Team in collaborazione con i Docenti/Coach Amanda Gesualdi ed Alberto Biffi, presso l’Università Bocconi di Milano. Catalano è Ufficiale di Complemento Brigata Paracadutisti Folgore, laureato in Architettura e Scienze Motorie, ma...

read more
Translate »