Massaggio Sportivo con Luana Negrini

L’attività sportiva è caratterizzata da sollecitazioni massimali a carico dell’apparato muscolo-scheletrico, che può andare facilmente incontro a situazioni traumatiche e patologiche. Una delle migliori forme di prevenzione per l’attività sportiva oltre allo Stretching è data dal massaggio, dove con manualità drenanti, defaticanti e mio-rilassanti, si tende a riportare la muscolatura ai normali livelli fisiologici.

Il Massaggio Sportivo serve ad eliminare lo stato di affaticamento, vengono utilizzate preferibilmente manualità lente e profonde in quanto riescono maggiormente ad eliminare i prodotti della degradazione metabolica (cataboliti) derivanti dalla fatica muscolare. Utilissimo per chi vuole migliorare la performance atletica, ridurre le tensioni muscolari, preparare i muscoli all’attività fisica. Tutti possono usufruire dei benefici di questo particolare massaggio, indipendentemente dall’età, dal tipo di sport praticato e dal proprio livello prestativo.

Il tennis negli ultimi trent’anni ha subito diversi cambiamenti. L’evoluzione delle racchette, ad esempio, prodotte con materiali più leggeri, ha portato la velocità degli scambi ad aumentare notevolmente, e, le performance fisiche sempre più elevate, sollecitano l’organismo sia come intensità che come durata dello sforzo. Per questo motivo le “patologie” dell’atleta che pratica il tennis sono prevalentemente da sovraccarico funzionale. Le zone prevalentemente interessate sono i muscoli del sistema articolare braccia e spalle, lombalgia (dolore localizzato nella parte bassa della schiena), contratture della muscolatura del tratto dorso-lombare e a volte di quello cervicale, dolore alle ginocchia e caviglie.

Nel tennis, cambi di superficie, scatti brevi e lunghi, cambi di direzione, tempi di recupero ridotti, sono causa di sovraccarichi muscolari. L’errore più comune è pensare “gioco un paio d’ore a settimana, mi riposo …”, sbagliato, i problemi si accumulano! Si può affermare quindi che un Massaggio Sportivo, oltre allo Stretching, effettuato costantemente può apportare al tennista grandissimi benefici, naturalmente la necessità di un massaggio è soggettiva a seconda dell’intensità e della frequenza degli sforzi compiuti. Mantenere la muscolatura libera da tossine non solo è un piacere psicofisico ma è anche un’ottima prevenzione contro gli infortuni.

 

Per Informazioni:

Dott.ssa Luana Negrini

Preparatrice Fisica, Educatrice Sportiva Olistica, Massaggiatrice Sportiva

Cell: 340 5125093 — Mail: luananegrini@hotmail.it

Author: Tennis Olistico

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »