Ali-Ment-Azione

* Il problema del riscaldamento globale.
La risposta più efficace e più immediata è di eliminare (o quasi) il consumo di cibo di origine animale, visto che l’allevamento del bestiame è tra le cause principali del consumo di petrolio e la produzione di gas serra. Non dobbiamo aspettare le macchine elettriche, o fonti di energia pulita, possiamo immeditamente ridurre il nostro impatto ambientale in modo significativo.

* Il problema economico
Se tutti dovessero imparare a mangiare in modo equilibrato (seguendo i principi di armonia che tutti possono apprendere in poco tempo), l’incidenza di malattie verrebbe drasticamente ridotta, riducendo i costi della sanità e aumentando la produttività della forza lavorativa.

* Il problema della violenza e guerre
Il mio insegnante Michio Kushi ha dedicato la sua vita alla creazione di un mondo di pace. La sua idea è che per avere un mondo di pace occorrono persone con la pace dentro. La pace interiore si costruisce, in gran parte, con ciò che mangiamo. Il cibo forgia il corpo e nutre la mente, e quindi armonia nel piatto genera armonia nelle persone e nel mondo. Invito ogni lettore di lavorare per realizzare la pace dentro di sè e diffonderla in ogni occasione.

* Fame nel mondo
Se tutti dovessero mangiare cereali, verdure e legumi come base della dieta, abbandonando il consumo di carne, uova e latticini, ci sarebbe una tale abbondanza di cibo che ci metterebbe in imbarazzo se qualcuno non avesse di che nutrirsi. Attualmente circa un terzo della terra disponibile per l’agricoltura è dedicato a ciò che serve per produrre carne, uova, latte e formaggio. Se questi terreni fossero dedicati alla coltivazione di cereali, verdure e legumi renderebbero molto di più e darebbero cibo per sfamare il mondo più e più volte.

* Anche il problema dell’acqua verrebbe drasticamente migliorato: per produrre un chilo di cereali ci vuole una frazione dell’acqua che serve per produrre un chilo di cibo di origine animale.

* Deforestazione e perdita di specie in via d’estinzione.
Il punto precedente fa capire che non sarebbe necessario abbattere foreste per avere più terra coltivabile, basta e avanza quello che c’è se fosse dedicata a cereali, verdure e legumi.

Martin Halsey laureato in Biologia presso l’Università del Massachusetts. Campione di basket negli Stati Uniti allena in seguito la Nazionale Elvetica.

Appese le “scarpette” al chiodo riprende gli studi universitari nella direzione dell’Alimentazione e del rapporto dell’uomo col cibo. Non tralascia alcuna direzione o sperimentazione studiando la Macrobiotica con Michio Kushi.

Nel 1985 è cofondatore dell’IMI di Kiental in Svizzera, ne assume la direzione ed il ruolo di insegnante. Trasferitosi a Milano, nel 1994 concepisce, realizza e presiede l’Associazione “La Sana Gola” e l’omonima rivista e Scuola di Cucina.

È conosciuto come una delle massime autorità nell’uso dell’Alimentazione Naturale come Terapia e Prevenzione. Conduce seminari e conferenze in tutta Europa.

Author: Tennis Olistico

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »